Merry Christmas

Posted in Generic Fuffa with tags , on 24 dicembre 2009 by dawnofcthulhu

Cari lettori, sia che siate cattolici o che non lo siate, che crediate al Natale o meno

Vi auguro di tutto cuore che possiate passare dei giorni all’insegna della tranquillità, dell’ozio (perchè no?), dei piaceri della vita e di tutte le cose più belle di questo mondo.

E spero che la conclusione di questo 2009 sia bella a tal punto da essere il preludio per un 2010 fantastico, ne abbiamo tutti bisogno.

Un bacione e ancora auguri!

Controllo

Posted in Così, tanto per dire with tags on 18 dicembre 2009 by dawnofcthulhu

Domani, anzi oggi, mi recherò all’ospedale a fare la prima visita di controllo vera e propria da quando sono stata operata.

C’è tanta paura, perchè quando ci si scotta con l’acqua bollente poi si teme anche quella fredda. C’è ansia perchè nei giorni scorsi non son stata bene e ho avuto anche qualche vecchio sintomo. Ma c’è anche la speranza, la voglia di positività, di voltare pagina e di guardare a questo capitolo come un capitolo chiuso, nonostante ci vogliano altri 5 anni per chiuderlo del tutto. La voglia di vivere, quella voglia avida che ti fa affrontare il tutto come una folle corsa a 200 km/h. E sapete una cosa?questa adrenalina mi fa sentire dannatamente viva.

A presto, ci sentiremo sicuramente per gli auguri di Natale.

L’arte del duepiccaggio

Posted in Generic Fuffa with tags , , on 28 novembre 2009 by dawnofcthulhu

Chi non ha mai avuto un corteggiatore o una corteggiatrice insistente all’inverosimile?

Ecco allora saprete benissimo come sia difficile dopo aver rifilato il primo due di picche vedere che il soggetto non molla e continua a chiedervi di uscire.Se poi non brilla per perspicacia ed intelligenza fargli capire che non c’è trippa per gatti diventa una mission impossible che neanche Tom Cruise riuscirebbe a portare a termine.
(Ogni riferimento a menti brillanti è PURAMENTE casuale).

Ma ecco un rimedio che può salvarci sempre da situazioni di questo tipo, anche quando non siamo a ridosso di San Valentino

E’ stata a dir poco un’illuminazione e ho voluto rendermi socialmente utile condividendola con voi.

Fate i bravi.

PS: Ho già usato una di queste scuse, indovinate quale!

Buona vita

Posted in Deliri with tags , , on 27 novembre 2009 by dawnofcthulhu

“Sappi che se anche non ci vediamo più mi manchi tanto”

Non ho risposto subito  a questo tuo sms, sarei stata troppo dura e forse avrei anche fatto il tuo gioco (perchè son convintissima che è di questo che si tratta). Ho scelto la via del silenzio dopo migliaia di parole che si son rivelate inutili, dopo tentativi di porgerti la mano respinti con le scuse piu assurde.  Anche tu mi sei mancata terribilmente in tutti questi mesi. O meglio non mi sei mancata tu ma l’idea che avevo di te e del nostro rapporto. Un rapporto durato molto a lungo, senza dubbio profondo e credevo anche sincero. Così non è stato, pazienza. Ma che tu venga a scrivermi queste parole proprio non esiste. Suonano cosi tanto di ipocrisia, di voglia di scaricare la propria coscienza. Perchè bella mia stavolta quella in torto sei tu, non di certo la sottoscritta. Se davvero ti fossi mancata mi avresti cercata concretamente non con uno stupido sms, soprattutto non dopo due anni.  L’unica cosa che ho sbagliato forse è non aver capito prima che questo rapporto in fondo non è mai stato autentico come credevo invece che fosse. Tutte le volte che mi chiamavi a casa parlando dei tuoi problemi e io che ti ascoltavo, anche volentieri, mai che tu mi chiedessi una volta, e dico UNA “come stai” di tua iniziativa. Ti degnavi di farlo solo quando la sottoscritta aveva la voce quasi rotta al che ti si accendeva la lampadina e mi dicevi “ma cos’è, t’è morto il gatto?”. Ma non ti rispondevo quasi mai male perchè sapevo che era il tuo modo di essere quello e che in fondo amavo i tuoi pregi e avevo imparato ad accettare i tuoi difetti. Hai fatto nascere in me il tarlo della diffidenza. Certo mi è servito a crescere ma non di certo a rendermi una persona migliore, tutt’altro. Spero che un giorno questa esperienza ti possa servire per non commettere più errori di questo tipo. Buona vita.

 

Scusate amici, sono abituata a tenermi le cose dentro ma avevo bisogno di una valvola di sfogo. Questa è una mail che ho mandato ad un’amica con la quale ho litigato quasi due anni fa e che è tornata a cercarmi dal nulla dopo tutto questo tempo. Il rancore verso di lei non mi è ancora passato e probabilmente quando passerà ci sarà posto solo per l’indifferenza.

Le vie per Yuggoth sono infinite. Ma anche no.(Prima puntata)

Posted in Generic Fuffa with tags , , , , on 25 novembre 2009 by dawnofcthulhu

Dopo qualche mese di apertura del mio blog ho dato un’occhiata ai risultati di Google che conducono alla mia pagina. And the winners are:


Instabilità:
wow vedo che hai capito subito come sono 😀

Coincidenze secondo il karma: ma come?se c’è il karma non ci sono coincidenze. O meglio le coincidenze non sono più da considerare tali. Amico pera, sei un po’ confuso. Che ne dici di siglare un armistizio coi tuoi neuroni? 😀

frammenti degli specchi su cui riflettere mille volti: non sono superstiziosa ma fossi in te mi terrei alla larga dagli specchi rotti. Non sai che portano sfortuna?

Desiderare: i sogni son deeesideriiii diii feliiiicitààààà, lo diceva anche Cenerentola e se ce l’ha fatta lei possiamo farcela tutti!

Idolatrare:chi? Cthulhu? Pollon? o chi/cos’altro?

Provar piacere carnale: chiamami scema. Perchè, tu non lo provi?non ti piace?e comunque non sono insinuazioni da fare sul conto di una pulzella timida come me, orsù 😉

Quando una fobia ti ossessiona: è tempo di farti vedere da uno più che bravo.

Ciliegi: è un po’ tardi, la stagione dei ciliegi è maggio! Ritenta l’anno prossimo, sarai più fortunato.

Disastri sentimentali

Posted in Così, tanto per dire with tags , , on 21 novembre 2009 by dawnofcthulhu

La mia vita sentimentale ultimamente è un gran macello.

Agli inizi di ottobre vi avevo accennato di un ragazzo meraviglioso che stavo vedendo da poco più di un mese ma col quale pensavo ci sarebbe stato davanti un futuro eccezionale. Le cose con R., questo il suo nome, sono naufragate nel giro di poco dopo aver visto che lui aveva una concezione da Mulino Bianco, cosa che ritengo lontana 1000 anni luce dalla mia natura.

Mentre la storia con R. stava per finire ho conosciuto un’altra persona, F.
Un ragazzo che mi ha colpita da subito per il suo carisma.
Siamo usciti un bel po’ di volte assieme.
Si stava creando qualcosa di molto bello, un feeling non indifferente e abbastanza insolito per quanto mi riguarda.

L’altra sera ci vediamo come sempre, stiamo benissimo insieme  ma poi si decide di parlare di ciò che c’è fra di noi. E cosa mi sento dire? le parole che di solito sono io a dire (cioè che ho paura delle relazioni e che temo di non esserci portata).

E sapete il colmo?ci sono rimasta di sasso. Non tanto per le parole, ci sta che voglia qualcosa di non impegnativo e a me sta anche bene così ma per il fatto che ho provato come ci si sente a sentirsi dire certe cose.
Mi son sentita in colpa retroattivamente per tutte quelle volte che son stata io a dare questa risposta.
Inoltre vedere persone sulle quali non avrei scommesso un soldo che si stanno rifacendo una vita mentre la sottoscritta è ancora incastrata in questi maledetti limbi colmi di incertezze e di attimi colti e poi appassiti come un fiore non mi fa di certo bene.

Cosa mi succede? son forse diventata più sensibile?mi sento inadeguata? ho trovato altre paranoie con cui distruggere il mio (poco) equilibrio? o ho solo paura di rimanere completamente da sola?

La paura dell’ignoto

Posted in Aforismi with tags , , , , on 17 novembre 2009 by dawnofcthulhu

“Il sentimento più forte e più antico dell’animo umano è la paura, e la paura più grande è quella dell’ignoto”

H. P. Lovecraft

 

Ed è dannatamente vero. Ci pensavo stanotte mentre aspettavo impazientemente ed invano di addormentarmi.
Mi son dapprima soffermata sulla mia clinofobia conclamata.
Una paura a prima vista stupida. Il sonno ci permette di sognare, di spegnere per un po’ l’interruttore sulla routine di tutti i giorni.
E invece no, non appena mi metto sotto le coperte si scatena l’inferno: attacchi di panico, nausea, vertigini, paura di impazzire. Come vi dicevo stanotte ho riflettuto non poco ed ho realizzato che la mia clinofobia in realtà non è fine a se stessa ma si riconduce sempre alla mia maledetta ossessione per il controllo e alla mia paura di morire.
Ma…la mia paura di morire è davvero paura della morte? e allora perchè sono attratta da racconti dalle atmosfere cupe, dalla musica dark e dal mondo gotico? Forse perchè la mia paura della morte NON è paura della morte, è semplicemente la paura del non essere.
Mi spiego meglio: dal momento in cui nasciamo c’è solo un’altra cosa certa come la nascita: la morte. E io non ho paura del momento in cui il cuore cessa di battere, ho paura del dopo.
Dell’ignoto che mi aspetta, della condizione di non-esistenza. Ed è questa mancanza della possibilità di prove empiriche e l’immaginarmi in un vuoto totale che mi fa star peggio.
Più sto peggio più ho paura, è un cane che si morde la coda. Nemmeno il credere nella reincarnazione riesce a placare quest’angoscia, perchè sebbene credo in un’altra vita so perfettamente che nella fase di passaggio nella sfera della non-esistenza sarò circondata dal nulla.

Contro il nulla non si può far niente.